Prestazioni in Autogestione erogate da SAN.ARTI.

In questa pagina sono descritte le prestazioni erogate da SAN.ARTI. in Autogestione dedicate al coniuge o convivente e ai figli da 18 a 26 anni iscritti.
Ticket per visite specialistiche, accertamenti diagnostici e Pronto Soccorso Alta specializzazione Visite specialistiche, accertamenti diagnostici e psicoterapia Pacchetto Maternità Trattamenti fisioterapici riabilitativi Prevenzione cardiovascolare Prevenzione oncologica femminile e maschile

Trattamenti fisioterapici riabilitativi

Prestazione per il coniuge o convivente e per i figli da 18 a 26 anni iscritti erogata da SAN.ARTI. in Autogestione

SAN.ARTI. sostiene i costi per i trattamenti fisioterapici riabilitativi nel caso di:
  • infortunio certificato dal Pronto Soccorso 
  • una delle seguenti patologie:
  • cardiopatie temporaneamente invalidanti
  • forme neurologiche degenerative o neuro-miopatiche quali, solo a titolo esemplificativo, morbo di Parkinson, sclerosi multipla e malattie progressive, fin quando sia possibile l’attività lavorativa
  • fratture patologiche di grado elevato temporaneamente inabilitanti
  • ictus cerebrale
  • interventi chirurgici cruenti e demolitivi
  • protesizzazione degli arti.

Puoi rivolgerti a strutture e professionisti privati oppure al Servizio Sanitario Nazionale (SSN): SAN.ARTI. rimborsa il costo sostenuto senza l’applicazione di scoperto o franchigia, nei limiti del massimale.

DOCUMENTAZIONE
  • Certificato del Pronto Soccorso nel caso di trattamento a seguito di infortunio 
  • prescrizione del medico di medicina generale o specialista la cui specializzazione sia inerente alla patologia diagnosticata, nel caso di trattamento a seguito di patologia
  • documento di spesa dal quale si evinca che le prestazioni sono state eseguite da medico o paramedico abilitato in terapia della riabilitazione.


Tra la data della prescrizione medica e quella di emissione del documento di spesa non devono essere trascorsi più di 12 mesi.
Sono ammesse le richieste di rimborso presentate entro un anno dalla data di emissione della fattura/ricevuta, purché in quella data il Familiare iscritto sia in regolare copertura.


MASSIMALE
350 € l'anno